5 concerti da non perdere questa settimana in Abruzzo [7-13 gennaio]

Ritorna anche nel nuovo anno la consueta rubrica che consiglia ai nostri lettori i migliori concerti della settimana in terra abruzzese.

Giovedì 9 gennaio allo Stammtisch Tavern di Chieti fa ritorno in concerto il chitarrista americano Leburn Maddox. La carriera di Leburn inizia nei leggendari anni ’70 collaborando con James Brown e George Clinton, per poi diventare componente della “Jimmy Castor Band” con la quale ha l’occasione di condividere il palco con grandissimi artisti come Lionel Ritchie, Chic e Gil Scott Heron. Nel suo nuovo tour italiano si esibirà con il bassista Francesco Zucchi e il batterista Jacopo Coretti.


Venerdì 10 gennaio al Mangiadischi di Pescara fa tappa il giovane cantante bolognese Luca Jacoboni in arte Fosco17. Dopo le prime esperienze lavorative nel mondo della radio, nel 2018 Fosco17 fa il suo ingresso nella scena musicale con la pubblicazione del suo primo singolo “Dicembre”, con il quale partecipa a Sanremo Giovani. Nel novembre del 2019 esce il suo album d’esordio “Dodici Mesi”, al quale sta seguendo il suo primo tour ufficiale sotto l’ala della BPM Concerti.


Sabato 11 gennaio al Bliss de L’Aquila va in scena il secondo ed ultimo atto del Pinewood Pills. Dopo Pippo Sowlo e I miei migliori complimenti, i protagonisti del sequel saranno i giovanissimi ed acclamati Psicologi (in foto), il duo formato dal producer napoletano Drast e dal rapper romano Lil Kaneki già considerata band generazionale simbolo dei figli degli anni zero, e il giovane produttore milanese Tananai. Dopo i live il format Xanax Party promosso dai dj torinesi Andrea e Gabriele.


Sabato 11 gennaio al Babilonia di Pescara arriva la musicista e cantante Alessandra Contini, già fondatrice dei duo Il Genio e co-autrice della hit “Pop Porno”. Nel 2018 Alessandra ha dato il via al proprio percorso solista con il disco “Continentale”, in cui tra elettronica e atmosfere retrò si racconta l’ansia di emergere e di apparire che strozza ogni tipo di ricerca verso un’autenticità tanto utopica quanto agognata, per poi lasciare spazio a un ritornello quasi disinteressato.


Sabato 11 gennaio lo Scumm di Pescara festeggia il quinto compleanno all’insegna dell’underground e dell’hardcore. Per l’occasione infatti nella Cave Room si esibiranno due band formidabili della scena underground italiana: stiamo parlando dei Neid, quartetto grindcore da Viterbo con alle spalle più di 300 live, e i Plakkaggio, trio formatosi nel 2004 a Colleferro e divenuto nel tempo rappresentante della New Wave of Black Heavy Metal Oi!

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.