Il cantautore pennese Setak tra i finalisti delle Targhe Tenco per il miglior album in dialetto

Il disco d’esordio “Blusanza” di Nicola Pomponi, in arte Setak, uscito a maggio in Italia, è tra i cinque finalisti delle Targhe Tenco nella categoria “album in dialetto”. Originario di Penne, un piccolo paese in provincia di Pescara, ma da anni residente a Roma, Setak ha raccolto queste prime 11 canzoni in un album corale, intimo e sincero, in cui gli incontri, le esperienze, le visioni e i personaggi descritti vengono cantanti con arte e sapienza, in una sorta di “Spoon River” nostrana. Setak aveva già fatto parlare di sé un anno fa, quando pubblicò su youtube il video del brano “Marije”, riscontrando subito l’attenzione di pubblico e critica. A questo, sono poi seguiti i video di “Dumane ha ‘ggià ‘rrivate” e “Alè Alessa’”, fino alla pubblicazione di questo atteso primo album che è stato presentato all’Auditorium Parco della Musica di Roma, il 26 maggio, con un concerto sold out. Il nome “Blusanza”, ovvero blues e transumanza, sentimento e appartenenza, vuole intendere una condizione dell’anima, uno sguardo sul mondo, la ricerca delle radici e gli spostamenti continui, nella ricerca continua di un nuovo futuro. Attraverso questo “meticciato dell’anima”, Setak riesce a scavare nei ricordi, trovando emozioni potenti e senza tempo grazie alle quali, anche gli ascoltatori, possono orientarsi e riconoscersi.

Clicca sull’immagine per ascoltare il disco su Spotify

Autore dell'articolo: Federico

1 commento su “Il cantautore pennese Setak tra i finalisti delle Targhe Tenco per il miglior album in dialetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.