“Tube Cult Fest 2017”: due giorni di puro underground a Pescara Vecchia

Giunge alla nona edizione il Tube Cult Fest, la rassegna che dal 2008 ormai chiama a raccolta a Pescara le migliori novità della scena heavy e stoner europea, attirando fan da tutta Italia per la cospicua line-up concentrata in pochi giorni. In passato sono stati presenti gruppi del calibro di Ufomammut, Karma To Burn, Samsara Blues Experiment, Zippo e molti altri ancora. La manifestazione quest’anno avrà la peculiarità di essere itinerante, in quanto entrambe le serata si svolgeranno in due locali diversi (ma comunque molto vicini), con le band che si alterneranno tra Scumm e MamiWata. Vi presentiamo il programma:

Vodun
Vodun

Si parte venerdì 5 maggio alle ore 21 al MamiWata con l’esibizione degli Aikira, post-rock band teramana con due elementi dei Vibratacore. Poi ci si sposta allo Scumm per Dalila Kayros, eclettica artista della Sardegna. Si torna al MamiWata per i Cachemira, trio spagnolo dal sound heavy-psych. Alle 22:30 allo Scumm vanno di scena i nostrani Rabid Dogs, grind n’ roll da Atessa. Ennesimo cambio location per lo show dei Sonic Wolves, il progetto alternativo del batterista degli Ufomammut. Penultimo live della serata allo Scumm con il trio dei Morkobot, e infine chiudono alle 00:15 al MamiWata i Vodun, band londinese al femminile che propone un heavy-psych rock dalle sfumature afro e soul. A seguire le selezioni musicali del belga Dj Moos.

Monkey3
Monkey3

Sabato 6 altra serata di staffette tra i due locali pescaresi. Si parte sempre dal MamiWata alle 21 con i Pater Nembrot, band psychedeli rock italiana. Successivamente allo Scumm è il turno degli Herrgott Sakrament, il progetto di Sergente degli Zippo e di Marco degli Acid Grime. Ore 22 il quartetto doom lombardo dei Fuoco Fatuo di scena al MamiWata. Si torna allo Scumm per lo speed-stoner rock dei The Clamps e poi nuovo cambio di scena per il live dei greci 1000mods, autori di un roboante psych-stoner rock. Ultimi show allo Scumm con il duo punk dei Noisepicker e al MamiWata con gli svizzeeri Monkey3, fieri paladini dello stoner. A seguire afterparty sempre a cura Dj Moos presso lo Scumm.

L’ingresso alla serata del venerdì ha il costo di 7 euro, l’ingresso alla serata del sabato ha il costo di 10 euro. L’abbonamento per entrambi i giorni ha il costo di 15 euro. L’ingresso allo Scumm è riservato ai soci ARCI. Ulteriori informazioni sulla pagina del festival e sull’evento Facebook.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.