LIVE REPORT – Carl Brave in concerto al Pin Up di Mosciano Sant’Angelo

E’ affollatissimo il Pin Up Disco & Live di Mosciano Sant’Angelo alla nostra entrata, come potevamo ben intuire dalla fila ai cancelli. Frotte di adolescenti sono già schierate nelle prime file mentre altri sono in coda al bar per un cocktail. La moltitudine di spettatori presenti nel locale teramano è la prova più evidente dell’ascesa nello showbiz musicale di Carl Brave, partito dal quartiere romano Trastevere insieme al sodale Franco 126 e le loro polaroid, ed arrivato oggi in heavy rotation grazie ai singoli estratti dal suo primo album solista “Notti Brave”, pubblicato a maggio e rivelatosi poi uno dei più grandi successi italiani dell’anno.

Giunti ad ottobre il rapper capitolino continua a fare serate e riempire locali, come in questa occasione. Accompagnato dal bassista di fiducia Mattia “Il Fettina” Castagna e da DJ Uncle F, Carl Brave sale sul palco oltre l’una passata dopo una lunghissima attesa riempita da due artisti d’apertura voce e chitarra e da un camaleontico dj set. Con il solito piglio caciarone e gli indistinguibili occhiali l’artista romano si scusa subito per il ritardo e parte subito. I brani del suo disco sono quelli che tirano più la platea, che canta a squarciagola pezzi come “Chapeau”, “Camel Blu” e “Vita”. Le strofe cantate dai numerosi featuring presenti nel disco questa volta sono affidate al preparato pubblico che le canta insieme all’accompagnamento della band. Non possono mancare ovviamente “Fotografia” e “Malibu”, tra le preferite dei fan, ma anche brani meno famosi ma non per questo validi e amati come “Pub Crawl”, “Noi” o “Pianto Noisy”. Il pubblico comunque si fa trovare preparato e appassionato anche dei brani a firma Carl Brave x Franco 126 come “Alla tua”, “Tararì Tararà” e “Noccioline”. Le canzoni di “Polaroid” mantengono quel brivido speciale da primo ascolto e non c’è ragazzo in sala che non sappia a memoria “Solo guai” o “Sempre in due”. Il saluto finale è ovviamente con “Pellaria” e il coro finale che rimbomba nel locale a coronamento di un live intenso e piacevole per un pubblico molto omogeneo che trova nei brani generazionali del rapper romano la colonna sonora perfetta per la propria adolescenza.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.