Le “PreVisioni” dell’IndieRocket Festival da oggi in scena al Circolo Aternino di Pescara

Comincia questo pomeriggio “PreVisioni 2018”, l’anteprima della quindicesima edizione dell’IndieRocket Festival che si svolgerà dal 29 giugno al 1 luglio nella solita cornice del Parco “Ex-Caserma Di Cocco”. Lo spin off dell’IRF sarà di scena al Circolo Aternino dal 17 al 20 maggio, potendo vantare quest’anno anche un’importante collaborazione con l’Acusmatiq Festival che rende di fatto questa anteprima un vero e proprio festival nel festival.

Alle ore 17:30 verrà presentata la partnership con Paesaggi Sonori insieme a Massimo Stringini e Flavia Massimo, che annunceranno i dettagli del concerto di domenica 17 giugno previsto al Peltuinum di Prata D’Ansidonia (AQ). Alle 18 open day a cura dell’ISIA Pescara Design con la docente di Basic Design e vice direttore dell’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche Giulia Romiti che terrà un talk sul “Design del prodotto e comunicazione”. Dopo di lei spazio al docente di computer grafica Emiliano Colantoni e il suo spazio “Look Development: from zero to hero”. Verranno presentati poi la partnership con lo stesso Istituto Superiore e il progetto “#IRFGAMIFICATION – Una  caccia al tesoro multimediale” a cura degli studenti del secondo anno del biennio specialistico in Multimedia. La sera dalle 20 spazio al dj set di Andrea Fabrizii, studioso di cinema e ricercatore musicale nonché musicista e autore radiofonico.

L’intera giornata di venerdì 18 maggio sarà dedicata alla figura di Paolo “Pablo Sax” Sponsilli, noto artista pescarese scomparso da poco che negli anni era diventato una vera e propria icona della Pescara alternativa. Dalle ore 19 spazio a “Maledizione!”, una selezione delle sue creazioni più rappresentative tra musica, arte e poesia. Presente anche il gruppo dei Palmipedes, che lo ha accompagnato per anni in performance varie e mille avventure

Sabato 19 maggio si entra invece nello spazio dedicato al synth italiano. Alle ore 16 Leonardo Gabrielli dell’Università Politecnica delle Marche introdurrà con la “VCV rack e l’esperienza della sintesi modulare software”. Poi alle 17:30 sarà presente il creatore del marchio di synth modulari SoundMachines Davide Mancini con la lectio “Soundmachines e l’esperienza della sintesi modulare hardware”. Ancora alle 18:30 Andrea Mi con il talk “Elettronica: dalla ricerca al suono globale”. Dalle ore 21 live set con Macchine Nostre, progetto musicale unico che unisce producers e compositori di grande esperienza alle prese esclusivamente con strumenti elettronici vintage e non, fatti nelle Marche, la regione da cui tutti i membri del collettivo provengono. Durante il set a previsioni saranno usati anche sintetizzatori JEN fabbricati negli anni 70 proprio a Pescara. L’ospite della serata sarà TheNoise, progetto dell’abruzzese Francesco Trivilino che ha ricostruito un autentico Intonarumori che è il vero e proprio antesignano degli strumenti elettronici italiani e la cui nascita nell’ambito del futurismo ha sancito l’inizio storico delle sensibilità “industriale” all’interno del lessico musicale. Poi spazio al dj set di Mixology.

Giornata conclusiva quella di domenica 20 maggio, che inizierà dalle ore 17 con Globster e il suo talk sul “giradischi come strumento musicale”. Alle 18 Alessandro Petrolati, musicista, programmatore e fondatore ApeSoft, terrà il seminario “Apesoft: la creazione di synth professionali su IOS”. Poi alle 19 Paolo Bragaglia, musicista e collezionista nonché direttore artistico dell’Acusmatiq Festival ci introdurrà in “Un viaggio attraverso il sintetizzatore italiano di ieri, oggi e domani”. La giornata si chiuderà con il live turntablism dello stesso Globster alle 21.

Macchine Nostre

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *