“Arezzo Wave Love Festival”: il 24 aprile la finale regionale a Teramo

Nonostante le difficili vicende che hanno interessato le Officine Indipendenti, la città di Teramo ospiterà le finali regionali dell’Arezzo Wave Love Festival nella location dell’Hotel Michelangelo. Nato nel 1987 ad Arezzo, il festival negli ultimi anni ha avuto vari spostamenti, collocandosi per l’edizione 2017 a Milano. Presentando negli anni più di 1900 concerti, il festival ha unito l’Italia alla scena musicale internazionale, ospitando grandi nomi del panorama mondiale. Lunedì 24 aprile a Teramo si sfideranno 4 band per rappresentare l’Abruzzo il 23 e 24 giugno nella finale che si svolgerà nella città meneghina. Ecco i gruppi che si affronteranno sul palco dell’Hotel Michelangelo:

Dianime propongono un rock elettronico, dalle tinte pop. Il gruppo è stato fondato da Stefania Ferrante nel 2014, ed oggi conta cinque membri di cui quattro ragazze. I Dianime non sono nuovi ad esperienze tipo festival, tanto che hanno già vinto alcuni contest importanti come il “Pinetnie Music Contest” e il contest “On The Rock” di Roccascalegna. L’intensa attività live degli ultimi anni ha permesso a loro di aprire a band del calibro di Giuliano Palma, Lacuna Coil, Sud Sound System e molti altri ancora.

Dianime.png

Frank Capitanio è il progetto che vede l’omonimo artista alla voce e alla chitarra, accompagnato da Lorenzo Marcozzi al basso ed Edolo Ciampichetti alla batteria. Già chitarrista nell’alt-rock band dei Wakkos, il giovane musicista ha deciso di intraprendere la carriera solista nel 2015, ispirato principalemente dallo stile di Myles Kennedy e dalle melodie di John Mayer. Attualmente è impegnato nella produzione del suo primo disco.

 Frank Capitanio

Vanesia sono una pop-rock band. Il quartetto nel 2015 ha vinto il contest “Ortona – Premio Primo Maggio”, guadagnando così la possibilità di aprire il concerto del rapper Moreno. Le particolarità del gruppo sono l’assenza di una batterista e le presenze atipiche di una violinista (Mariarita Musa) e di una contrabbassista (Martina Bruni), che accompagnano la chitarra di Francesco Aceto e la voce di Sara Berardinucci.

Vanesia

Last but not least, i Clowns From Other Space direttamente da Teramo. La band propone un alternative rock dalle sfumature psichedeliche, che nel 2015 è confluito nel loro primo album “Zeng”. Il disco ha ricevuto ottimi apprezzamenti dagli estimatori del genere e dagli addetti al settore, permettendo ai cinque ragazzi di aprire i concerti di gruppi indipendenti come Giorgio Canali & Rossofuoco, Voina e Il Pan Del Diavolo.

Clowns From Other Space.jpg

La finale regionale si terrà lunedì 24 aprile presso l’Hotel Michelangelo di Teramo, l’ingresso è libero.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *