LIVE & FOTO REPORT – Il concerto di Colombre alla Playa Paloma di Pescara

Atmosfere intime e distanza ravvicinata dalla band contraddistinguono i concerti alla Playa Paloma di Pescara, la spiaggia della Marina gestita dalla cooperativa Eta Beta che da quest’anno propone sul lungomare pescarese un nuovo luogo di incontro e socializzazione attraverso live, dj set, reading e performance teatrali. L’oculata proposta musicale ha portato venerdì 4 agosto in riva all’Adriatico il giovane cantautore Colombre.

Reduce dal Siren Festival di Vasto, Giovanni Imparato in arte Colombre ritorna in terra abruzzese per una nuova data del tour di “Pulviscolo”, il suo primo disco solista dopo l’esperienza con i Chewingum. Ribaltando il solito copione di ogni live, il cantante marchigiano si esibisce anzitempo per problemi logistici legati alla data a Milazzo del giorno dopo, posticipando così l’esibizione degli Axound dopo il suo live. Il capannello di persone riunite davanti gli strumenti musicali è il segnale dell’inizio del live.

4COLOMBRE04072017

Colombre e i suoi tre turnisti prendono posizione ed esordiscono con le note leggere di “Bugiardo” e “Sveglia“, brani provenienti dal suo primo disco “Pulviscolo” che sarà eseguito per intero durante la serata. Dovute presentazioni e poi si ricomincia con la disinvolta “T.S.O.” e il mood di “Pulviscolo“, che prendono bene il pubblico.

5COLOMBRE04072017

“Deserto” fa da apripista all’attesa “Blatte“, composta in studio insieme all’artista sardo Iosonouncane. Il brano coinvolge ed è cantato a gran voce dal pubblico. Colombre regala al pubblico anche l’inedita “Svastiche” ed un’appassionata esecuzione di “Dimmi tu“, uno dei suoi brani più riusciti.

22COLOMBRE04072017

A questo punto la band esce di scena e lascia Imparato solo sul palco con la sua chitarra, pronto ad eseguire “Una scintilla“, altro suo brano inedito, e “Non arrossire“, cover di Giorgio Gaber. Finito il breve intermezzo solista, i turnisti rientrano nelle loro rispettive postazioni per concludere il concerto con il divertissement ritmico di “Fuoritempo“, allegro finale di un allegro concerto dominato dall’irremovibile sorriso stampato in faccia di Colombre, capace in breve tempo e con poche canzoni a disposizione di coinvolgere comunque il piccolo pubblico presente con le sue melodie leggere e il suo spirito scanzonato.

(fotogallery a cura di Antonello Campanelli)

2COLOMBRE04072017

3COLOMBRE04072017

6COLOMBRE04072017

7COLOMBRE04072017

9COLOMBRE04072017

10COLOMBRE04072017

11COLOMBRE04072017

12COLOMBRE04072017

13COLOMBRE04072017

15COLOMBRE04072017

8COLOMBRE04072017

17COLOMBRE04072017

18COLOMBRE04072017

19COLOMBRE04072017

20COLOMBRE04072017

21COLOMBRE04072017

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...