5 concerti da non perdere questa settimana in Abruzzo [1-6 settembre]

Ritorna dopo sin troppo tempo la consueta rubrica che consiglia ai nostri lettori i migliori concerti della settimana in terra abruzzese.

Mercoledì 1° settembre comincia l’Italian Style Festival in Piazza San Tommaso di Ortona con l’esibizione del rapper milanese Ernia. L’artista porterà sul palco i suoi recenti tormentoni, come Ferma a Guardare in collaborazione con i Pinguini Tattici Nucleari, ma anche super hit che lo hanno visto protagonista delle classifiche lo scorso anno, come Superclassico (cinque volte platino), fino ai suoi primi successi.


Giovedì 2 settembre al Teatro D’Annunzio di Pescara va in scena l’ultima serata del FuturePop Festival con il concerto del compositore e produttore Dardust (in foto), che più di ogni altro ha plasmato il suono del pop italiano in cui abbiamo vissuto negli ultimi anni e a lungo vivremo nel futuro. La sua musica è la fonte principale da cui sgorgano i successi di questa era e potremo ascoltarla e vederla in un grande spettacolo audiovisivo ipertecnologico.


Giovedì 2 settembre a L’Aquila, nello spazio sociale di CaseMatte all’interno dell’ex ospedale psichiatrico di Collemaggio, si terrà la presentazione del nuovo album “Bad Days” di PG Petricca. Il bluesman, grazie allo studio intenso dei maestri del blues del delta, negli anni ha acquisito un modo proprio e unico di rendere le sue emozioni attraverso le sei corde della chitarra resofonica. 


Venerdì 3 settembre, sempre nel Capoluogo, alla scalinata di San Bernardino si terrà “Il Pop è una cosa seria”, rassegna promossa dall’ALTI Records in cui si esibiranno due artisti locali, Pezzopane Amelia, e due artisti di fama nazionale, Maestro Pellegrini, polistrumentista e cantautore membro della rock band Zen Circus, e Wrongonyou, cantautore dal timbro e sound internazionali, vincitore del premio della Critica “Mia Martini” all’ultima edizione del Festival di Sanremo.


Sabato 4 settembre al Porto Turistico di Pescara si terrà KU, il Festival delle Kulture Urbane, che in collaborazione con l’IndieRocket ospiterà per questa prima edizione il live dei Gazebo Penguins, band post-hardcore italiano formatasi a Correggio nel 2004 e che ad oggi vanta 4 dischi, 3 split e numerosi concerti in tutto lo Stivale. Per definizione della stessa band sarà un concerto seduto per gente triste, oppure un concerto felice per gente seduta, o ancora un concerto triste per gente felice. 

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.