Le stelle del rap italiano a settembre fanno tappa ad Ortona

Dal 2 al 4 settembre una tre giorni di musica in Piazza San Tommaso di Ortona con i concerti di Guè Pequeno, Geolier ed Ernia, tre delle più importanti star del panorama hip hop italiano.

Giovedì 2 settembre si comincia alle ore 21 con Guè Pequeno, rapper tra i più influenti e rispettati in Italia. Fin dall’inizio della sua carriera ormai ventennale diventa un punto di riferimento per la scena hip hop italiana, e successivamente per l’intero panorama musicale. L’ultimo dei suoi progetti è Fastlife 4 il cui cuore pulsante è il rap alla sua essenza, cinema di strada, asprezza del sottomondo e lifestyle esagerato raccontati con le figure retoriche della poesia moderna, dove ognuna delle strofe di Guè è stata registrata in presa diretta, in un solo take quando non addirittura in freestyle. Esattamente come fu dieci anni fa, quando alla pubblicazione del suo primo progetto solista fece seguito Fastlife Vol. 3, il nuovo mixtape continua nella stessa tradizione, andando ad aggiungersi all’uscita dell’album che celebra i dieci anni di carriera dell’artista multi-platino e figura di riferimento centrale del genere che, ad ogni sua singola release tra conferme e pluri-certificazioni, non ha mai smesso di tracciare nuovi percorsi e dettare nuove regole.

Venerdì 3 settembre, sempre alle ore 21, sarà il turno di Geolier, nome d’arte di Emanuele Palumbo, tra i più importanti della scena rap napoletana e non solo: è riuscito infatti a conquistare numerosi successi in tutta Italia con vari singoli con la partecipazione di Sfera Ebbasta, Gue, Emis Killa, Marracash e tanti altri. Rime taglienti e sincere, che raccontano un ambiente sociale, quello delle periferie partenopee, negli ultimi anni entrato nell’immaginario collettivo grazie al successo della serie Gomorra. Il suo primo disco, Emanuele, in nemmeno un anno raggiunge il platino.

Serata finale quella di sabato 4 settembre che vedrà protagonista Ernia. In termini di apprezzamento del pubblico, riscontri di critica e posizionamento in classifica, Gemelli è uno dei grandi successi discografici del 2020: solo in termini di certificazioni siamo già a quota doppio platino per l’album, oltre ad altre cinque certificazioni platino per il solo singolo Superclassico; inoltre, 2 x platino per Ferma a guardare, 1 x oro per Puro Sinaloa, 1 x oro per Non me ne frega un cazzo feat Fabri Fibra e 1 x oro per Vivo. Una vera conferma per Ernia, già considerato uno dei rapper emergenti più poliedrici, credibili e rispettati d’Italia. A distanza di un anno dall’uscita di Gemelli, Ernia festeggia questi imponenti traguardi con una nuova versione arricchita e ampliata dell’album: Gemelli ascendente Milano, in uscita il 21 maggio per Island Records, include cinque brani inediti + la nuova versione di Ferma a Guardare con il featuring dei Pinguini Tattici Nucleari che negli ultimi mesi ha spopolato in radio. Ben lontane dall’essere delle semplici outtake, le nuove tracce mostrano tutte le sfaccettature della personalità artistica di Ernia, sia in termini di sound che di liriche. Si va dal puro esercizio di stile come da consuetudine del rap, come Ernia Lewandowski, al nuovo urban-pop in grado di competere anche su scala internazionale, come Di notte (feat. Sfera Ebbasta e Carl Brave), brano che sarà disponibile per le radio il 21 maggio, stesso giorno di uscita della nuova versione album. Lodevole anche la scelta di raccogliere il testimone della tradizione hip hop, in cui dà spazio e visibilità agli emergenti più validi, con Dissing, in cui compare il featuring di due esordienti assoluti, i giovanissimi gemelli veronesi 2 Rari. Non mancano brani dal taglio più intimistico e riflessivo, come la malinconica La prima volta, una dolceamara storia d’amore giovanile, e Scegliere bene, sull’incertezza generazionale e la difficoltà di crescere in una società che ha perso i suoi punti cardine. La tracklist dell’album originale, a dodici mesi di distanza, si compone di brani che sono ormai già entrati nell’immaginario collettivo: da (Vivo), dove rimpiange una vita che appariva più semplice, ma in fondo non lo era (Mery x Sempre, con il featuring di Shiva) o gli omaggi agli artisti con cui è cresciuto, come Puro Sinaloa, esplicitamente ispirata al classico dei Club Dogo Puro Bogotà (2007), in cui Ernia, per l’occasione insieme a Tedua, Rkomi e Lazza, dimostra di avere raccolto in grande stile il testimone del gruppo con la benedizione di Don Joe, che gli ha dato il beat originale.

I biglietti per assistere ai singoli concerti sono disponibili sui circuiti TicketOne e Ciaotickets (online e punti vendita).

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.