5 concerti da non perdere questa settimana in Abruzzo [24-30 settembre]

Ritorna la consueta rubrica che consiglia ai nostri lettori i migliori concerti della settimana in terra abruzzese.

Mercoledì 25 settembre festa del tesseramento al circolo ARCI Scumm di Pescara. Una stagione di grandi novità, che partirà con il live degli svizzeri One Rusty Band, duo esplosivo blues rock composto da Greg che canta, suona la batteria con i piedi, chitarra, armonica e Lea ballerina di Tap Dance e artista circense che suona con le sue scarpe. La loro musica viaggia tra suoni del blues degli anni ’50 e il rock’n’roll degli anni ’70.


Giovedì 26 settembre allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo fa tappa Max Forleo in arte “The Traveller”. Cantante e chitarrista dei The Lorean, dal 2013 Max Forleo ha intrapreso una brillante carriera da solista che in pochi anni lo ha portato su palchi di Europa e America, aggiudicandosi collaborazioni con artisti internazionali come gli Iron Butterfly. Dopo due anni di pausa ha sfornato tre album, tutti in italiano, che si allontanano temporaneamente da tutta la sua discografia precedente.


Sabato 28 settembre a Chieti ricomincia la stagione dei balli a Palazzo Lepri organizzati da Tipografia e Humani con le stelle della musica elettronica mondiale. Primo ospite DJ Tennis, considerato da Soundwall come uno dei deejay più colti e raffinati che oggi esistono in quell’ambito fra techno ed house. Prima di lui in consolle il promettente dj abruzzese Malandra Jr.


Sabato 28 settembre al Sound di Teramo si celebrano i 15 anni di attività della hardcore punk aprutina MuD (in foto). Per festeggiare al meglio questo importante traguardo la band ha deciso di tirare su un concertone spaccaossa insieme agli amici di sempre e band con le quali hanno condiviso un pezzo della loro carriera: i gruppi in questione sono i fondamentalisti marchigiani Affluente, i metallari vicini di casa Vibratacore e i pescaresi 217. Ingresso con formula Up To You.


Sabato 28 settembre riapre anche la sala concerti del Garbage Live Club di Pratola Peligna, che per l’occasione sarà battezzata dalla musicista greca Lia Hide. Dopo una lunga esperienza  maturata nella scena elettronica greca, Lia Hide ha debuttato nel 2010 con il primo disco “Home”. Attualmente la cantante art pop è al lavoro sul terzo album da solista, che è stato registrato in 3 studi storici ad Atene. Il concerto sarà aperto dalla connazionale Elena Malamou.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.