Tutti gli artisti del Rock Your Head Festival 2019

Il Rock Your Head Festival 2019 si presenta come un’edizione caotica, che vuole iniziare a raccontare e praticare quello che in questi due anni di lavoro silenzioso si è pensato e prospettato per l’associazione e per l’entroterra. Un blob invaderà il paese di Montebello di Bertona il 14 e 15 agosto con concerti, live painting, workshop e performance artistiche. Scopriamo quindi gli artisti che prenderanno parte al festival e che si esibiranno nelle due giornate:

Bee Bee Sea è il trio mantovano che negli ultimi due anni ha sfasciato i palchi di mezza Italia (e non solo) a suon di garage psych e punk. Hanno debuttato nel 2015 con un album omonimo e da lì non si sono più fermati. Hanno suonato con Oh SeesBlack LipsNight BeatsKing Khan & The Shrines e molti altri. Nel 2016 sono tornati con l’EP 3 Songs and Jacques Dutronc, uscito in digitale e cassetta, e nel frattempo hanno collezionato spot televisivi (Fiat e D-Max con Chef Rubio) e colonne sonore di skate-video firmati DC Shoes. Il nuovo disco, registrato al TUP Studio di Brescia e prodotto da Bruno Barcella, è puro terrorismo sonoro e segna un’evoluzione ancora più “live oriented” con lunghe intro, chitarre abrasivi, assoli in faccia e un ritmo che lascia senza fiato senza mai rinunciare ai loro “hook”, ai ritornelli singalong e alla vena pop che ha contraddistinto la produzione della band. Il 17 novembre 2017 è uscito Sonic Boomerang per l’etichetta angloamericana Dirty Water Records USA, in digitale e su cassetta, e, in vinile, per Wild Honey. I Bee Bee Sea si esibiranno giovedì 15 agosto alle 23:30.

Brad Weber è produttore e batterista. Batterista per Caribou, con cui oramai ha girato tutto il mondo negli ultimi cinque anni. Poi è produttore del proprio materiale sotto il nome di Pick a Piper, con cui ha pubblicato due album per etichette come City Slang e Tin Angel. Con Pick a Piper propone un mix di dance contemporanea, new cumbia e afrobeat con divagazioni pop affini al sound inconfondibile dei Caribou. E’ proprio durante uno dei lunghi tour internazionali di questi ultimi che Weber ha scritto i brani del nuovo disco dei Pick a Piper, divenuto una sorta di diario di viaggio musicale. Il risultato ha le movenze particolari di un affresco, dove un’euforia techno da rave si mischia con una pennellata di malinconia che sta sullo sfondo. Pick A Piper si esibirà giovedì 15 agosto alle 22:30.

Freez è una giovanissima garage rock band di Schio, composta da Michele (19 anni), Stefano e Nicolò (22 anni). E’ una delle più giovani band attive nel nord Italia e non solo. Il loro EP “Routine” parla di streghe, città rosa e divani. La prima canzone “Bad Weed” è stata pubblicata dalla famosa label inglese Fat Cat Records, raggiungendo 10.000 visualizzazioni solamente nei primi dieci giorni. Anche se la critica li dipinge come la nuova voce dello slacker rock italiano, i Freez stanno lavorando duramente no stop girando in tutta Italia, Svizzera e Francia, nel loro “Do Nothing Club Tour”. In uscita nel 2019, il loro primo album “Always Friends“. A inizio giugno è uscito “Guess You’re Bipolar“, nuovo singolo che anticipa l’uscita del disco di debutto, previsto per settembre. I Freez suoneranno giovedì 15 agosto alle 21:30.

Giunti al loro secondo lavoro, il duo veneziano Warias rivela la sua riconoscibile identità, manipolando generi e giocando a nascondino con gli ascoltatori, tracciando un singolare equilibrio tra new wave e trip hop. L’EP d’esordio della band “WOOLS“, molto apprezzato dalla critica e dal pubblico, segna l’inizio di una proficua collaborazione artistica tra Matteo Salviato, già bassista di The Soft Moon e Giulio Marzaro, batterista sin dagli esordi. I due singolarmente hanno alle spalle innumerevoli concerti in tutta Europa, dagli scantinati più oscuri alle arene più famose, in supporto a nomi importanti del calibro di Depeche Mode. Nonostante la giovane età del progetto, il duo ha già saputo farsi apprezzare a livello nazionale ed internazionale, collaborando con artisti del calibro di Slow Magic, Soviet Soviet, Dream Koala, Father Murphy, e condividendo il palco, tra gli altri, con Aucan, Peter Hook e Xiu Xiu. Influenzati dal mondo dell’arte, i due rivelano la loro natura eclettica muovendosi a 360° all’interno del progetto, curando in prima persona la parte grafica e la direzione artistica della band. “Now it’s Never“, che, anticipato dal singolo “Feelings Jar” riporta il duo sulla scena, gioca ad essere un album pop senza esserlo mai definitivamente. Un delicato flirt tra sonorità syntyh pop e psichedelia virato verso inedite evoluzioni a metà strada atra la new wave e il Bristol sound. I Warias suoneranno mercoledì 14 agosto alle 23:30.

I’m Not A Blonde sono Chiara “Oakland” Castello e Camilla Matley. Autrici e polistrumentiste, insieme scrivono canzoni di stampo electro-pop con richiami alle più diverse influenze: dai ritmi e synth degli anni ’80 alle chitarre e melodie dal sapore punk anni ’90, avvicinandosi ai mondi di Moloko di Roisin Murphy, Le Tigre di Kathleen Hanna e, più recentemente, Holy Ghost e Tune-Yards. Il duo è la loro forza e il loro sound si trova in bilico tra le due personalità: Camilla ama uno stile pulito, sintetico ed elegante, Chiara ama invece lanciare un po’ di caos in quello che fa. Tra ironia e follia, divertimento e serietà, minimalismo e art-pop, digitale e analogico trovano la loro identità, avvolta anche da un velo di malinconia di derivazione new-wave che le accomuna. Nel corso del loro primo anno di vita hanno pubblicato, con scadenza trimestrale da ottobre 2014 a luglio 2015, una trilogia di EP contenenti 3 brani ciascuno e chiamata ironicamente 3P. Questi bravi vengono poi raccolti nel loro primo vero LP “Introducing I’m Not A Blonde“, pubblicato con l’etichetta INRI METATRON nel gennaio 2016. Nell’album vengono inclusi anche 3 remix realizzati da Yakamoto Ktzuga, Green Cable e Kole Laca de Il Teatro degli Orrori. I video ufficiali di “IF” e “TUDIS” escono in anteprima su RedBull TV e Wired e trasmessi in rotazione su MTV Italia.Protagoniste a Palazzo Corsini, durante Pitti Uomo A 2015/2016, della sfilata di Andrea Incontri di cui curano la colonna sonora live, si conquistano, tra il 2014 e il 2016, le aperture degli Hurts (Alcatraz), Bluvertigo (Fabrique), Verdena e Merchandise (4AD). Il 12 maggio 2017 esce il singolo “A REASON” prodotto da Daniel Hunt (Ladytron) e che anticipa l’uscita del nuovo disco. Il 26 gennaio 2018 esce “The Blonde Album” che vede la collaborazione di Gian Maria Accusani (Sick Tamburo, Prozac+) e Matilde Davoli per il mix e masteriing. Il singolo “Daughter” è ora in rotazione su FluxFM, la più importante radio indipendente tedesca con sede a Berlino. Con l’uscita del disco parte “The Blonde Tour”, che le porta a presentare il disco sia in Italia che in Germania e ad aprire i concerti di importanti band della scena internazionale, tra cui Wolf Alice, Holy Ghost, Franz Ferdinand e The Killers. A settembre sono selezionate per esibirsi a “Live at Heart”, il più importante showcase festival della Svezia come unico gruppo italiano. Il 14 febbraio 2019 è uscito il loro nuovo singolo “Too Old” seguito da un tour di presentazione in Germania e Austria. I’m Not A Blonde si esibiranno mercoledì 14 agosto alle 21:30.

I Technoir sono un duo Trip Hop/Nu Soul con base a Milano nato nel 2014, composto da Alexrandros (aka Sound Activitst): chitarre, laptop, voce e Jennifer (aka Jennyfire): voce, effetti. Alexandros ha origini greche ed è cresciuto tra l’Italia e l’isola di Kerkyra, mentre Jennifer ha origini nigeriane e ghanesi ma è stata cresciuta da genitori italiani. Il loro sound mescola jazz, elettronica, soul, improvvisazione e una costante ricerca sonora. Il 2016 è stato un anno di intensa attività live che ha portato il duo in club come La Maroquinerie di Parigi, Santeria Social Club (opening act per Romare), Magnolia, Apollo (opening act per DAM FUNK) e BIKO a Milano, il Caffè Internazionale di Palermo e lungo tutta la penisola. Il 2017 ha visto anche la pubblicazione dei primi 3P di NeMui (New Ecosystem Musically Improved) per la label Cane Nero Dischi, cioè una serie di EP a cadenza trimestrale raccolti nel disco di debutto pubblicato il 21 aprile 2017, intitolato appunto NeMui. Il loro singolo “Techtube” è stato inserito nella trasmissione Mono Jazz in onda su Worldwide FM di Gilles Peterson. Nel mese di marzo 2019 il duo pubblica per Cane Nero Dischi il nuovo EP “AlieNation“. L’EP segna per il duo lo spostamento verso sonorità più cupe e Trip-Hop, pur mantenendo le venature Nu Soul del primo lavoro, e parla, come il titolo suggerisce, di alienazione, di perdita, della vita in gigantesche metropoli come Londra, Parigi, Milano, e del momento storico di disumanizzazione in cui stiamo vivendo. I Technoir si esibiranno mercoledì 14 agosto alle 22:30.

Autore dell'articolo: Federico

1 commento su “Tutti gli artisti del Rock Your Head Festival 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.