Il Rock Your Head Festival è tornato in città!

Riprendere da dove si è lasciato. Dopo la decima edizione in forma sperimentale e lo stop di un anno, il Rock Your Head Festival annuncia il grande ritorno, spinto soprattutto dall’esigenza di ravvivarlo per non disperdere la forza e la rilevanza che aveva assunto per l’entroterra vestino. In un momento di preoccupante conservatorismo, di isolamento e paura verso le diversità, l’associazione Contratto Sociale ha sentito la responsabilità di riaffermare un messaggio in controtendenza, praticando una resistenza sociale e culturale del territorio sul territorio. Canalizzare speranza e riscatto per l’area attraverso il coinvolgimento attivo delle sue forze più giovani e creative, questo è l’obiettivo che sta alla base dell’organizzazione del festival.

Quella del 2019 sarà un’edizione caotica, che vuole iniziare a raccontare e praticare quello che in questi due anni di lavoro silenzioso si è pensato e prospettato per l’associazione e per l’entroterra. Un blob invaderà il paese di Montebello di Bertona il 14 e 15 agosto con concerti, live painting, workshop e performance artistiche. La ricercata line up musicale non delude le aspettative del fedele pubblico del festival, con il ritorno delle migliori band delle edizioni passate come Warias e Bee Bee Sea (in foto) e con l’annuncio di alcuni dei più promettenti gruppi della scena underground nazionale come Technoir, I’m Not A Blonde, Freez e Pick A Piper. Ospite del festival sarà anche la dj e musicista La Reina del Fomento, già all’opera con l’Istituto Italiano di Cumbia e Los3Saltos. I resident djs che si alterneranno in consolle saranno invece Hanzel, Karrasco, Lou-Q e Toppeta. I concerti e i dj set si terranno in Piazza Vittorio Emanuele, dove sarà presente anche lo stand del Belo Monte Social Bar.

Ampio spazio è dedicato ai workshop, laboratori e ad attività collaterali del festival. Dal 13 agosto partiranno workshop su architettura partecipata, organizzato in collaborazione con il collettivo Viviamolaq, e di reportage fotografico, con il fotoreporter di fama internazionale Raffaele Petralla. Dal 14 agosto invece ci sarà il workshop su teatro partecipato a cura dell’associazione culturale Lokomotiva. Altre attività permanenti nel corso del festival saranno graffiti live painting nel centro storico, gare di poetry slam e la rassegna di videoarte “Effetti collaterali”. Il festival sarà attrezzato con area camping, aree ristoro, servizi bar e aree ludiche dedicate anche all’ozio letterario a cura della libreria Tibo di Penne.

Autore dell'articolo: Federico

1 commento su “Il Rock Your Head Festival è tornato in città!

    […] Il Rock Your Head Festival annuncia il grande ritorno, spinto soprattutto dall’esigenza di ravvivarlo per non disperdere la forza e la rilevanza che aveva assunto per l’entroterra vestino. In un momento di preoccupante conservatorismo, di isolamento e paura verso le diversità, l’associazione Contratto Sociale ha sentito la responsabilità di riaffermare un messaggio in controtendenza, praticando una resistenza sociale e culturale del territorio sul territorio. Canalizzare speranza e riscatto per l’area attraverso il coinvolgimento attivo delle sue forze più giovani e creative, questo è l’obiettivo che sta alla base dell’organizzazione del festival. Oltre all’accurata line up musicale di questa edizione, ampio spazio è dedicato anche ai workshop, laboratori e ad attività collaterali del festival. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.