5 concerti da non perdere questa settimana in Abruzzo [28 maggio-3 giugno]

Ritorna la consueta rubrica che consiglia ai nostri lettori i migliori concerti della settimana in terra abruzzese.

Giovedì 30 maggio dopo più di un anno di assenza tornano in concerto all’Amenàbarcafe di Vasto le Dianime. Un live speciale in cui il trio tutto al femminile, oltre a suonare qualche brano del proprio repertorio, presenterà in anteprima il videoclip del nuovo singolo “Risposte”, prodotto da Marco Di Nardo dei Management. Dopo il concerto ci sarà il dj set a cura di Luca Romagnoli e lo stesso Marco Di Nardo dei Management.


Venerdì 31 maggio primo appuntamento della stagione per la bellissima collaborazione fra il collettivo Musica Inedita Teramana (MIT) e il lido Mediterraneo di Roseto Degli Abruzzi. Sul palco i Mobili Trignani, trio indie pop folk proveniente da Arsita, e A Minor Place, interessante progetto musicale dal raffinato sound pop-rock. A seguire dj set a cura di BitterAndv.


Venerdì 31 maggio all’Irish Cafè de L’Aquila il cantautore e polistrumentista abruzzese Luca Mongia presenterà il suo ultimo lavoro discografico “Steeloso” con la presenza speciale dell’amico Alex Ricci, compositore e chitarrista già membro del gruppo salentino Après La Classe. Sfruttandone le potenzialità sonore e la grande versatilità del lap steel Mongia ha inciso un disco interamente strumentale e ricco di colori che catapultano la mente dell’ascoltatore in scenari sempre diversi.


Sabato 1 giugno al Pin Up di Mosciano Sant’Angelo fa tappa il fenomeno della musica italiana Mahmood (in foto). Dopo il grande trionfo al Festival di Sanremo 2019 e l’orgoglioso secondo posto all’Eurovision Song Contest, il cantante milanese arriva in Abruzzo sulla scia del successo per presentare il suo primo disco “Gioventù Bruciata”. La ventata di originalità portata da Mahmood ha spopolato anche al di fuori dei confini nazionali, con il New York Times che ha voluto dedicargli un lungo articolo.


Sabato 1 giugno torna al Beat Cafe di San Salvo uno degli esponenti di punta della scena musicale exotica italiana come Sam Paglia, che coniuga il culto per le colonne sonore del cinema ad una spiccata propensione per il beat ed i suoni lisergici degli anni sessanta. In trio e con il suo immancabile organo Hammond, il vulcanico Sam Paglia delizierà il pubblico abruzzese con i suoi brani che gli hanno fatto guadagnare l’appellativo di “The Godfather of Lounge”.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.