Il programma completo dell’undicesima edizione del “Tube Cult Fest” di Pescara

Il festival più rumoroso dell’Adriatico torna anche quest’anno a Pescara per l’undicesima edizione. Il Tube Cult Fest 2019 si svolgerà dal 19 al 20 aprile, come ormai di consueto nelle due location dello Scumm e MamiWata nel cuore di Pescara Vecchia, ma avremo già una piccola anticipazione giovedì 18 aprile allo Scumm con una serata warm up insieme agli americani High Reeper, stoner/doom metal band già sotto contratto per la nota Heavy Psych Sounds. Il gruppo proveniente da Philadelphia è stato protagonista già nella passata edizione del festival, lasciando evidentemente il segno.

Come dicevamo il festival partirà ufficialmente venerdì 19 aprile alle 21 dalla Cave Room dello Scumm con il trio metal The Black Canvas, formato da ex membri dei Karl Marx Was A Broker. Poi comincia la spola con il MamiWata, dove si esibirà il duo messicano post-punk Dresden Wolves. La serata continuerà con l’heavy band svizzera Impure Wilhelmina, il quartetto stoner Oreyeon, la psichedelia dei polacchi Entropia e l’atteso trio avant rock abruzzese The Marigold. Gran finale dopo la mezzanotte allo Scumm con i Wayfarer (in foto), direttamente dalle montagne del Colorado. Aftershow a cura poi di Volksradio Moos.

Sabato 20 aprile solita scaletta con partenza alle 21 dallo Scumm con i marchigiani Katastah e il loro sludge/stoner. Si prosegue poi con lo stoner psichedelico dei napoletani Tuna de Tierra, il quartetto heavy psych laziale Gorilla Pulp, il progetto solista ambient/drone S A R R A M, il trio doom inglese Coltsblood e l’occult psychedelia abruzzese dei beniamini di casa Sherpa (in foto). L’atto finale del festival è affidato ai canadesi Zaum, con il loro mantra doom che invaderà la Cave Room. Poi aftershow a cura de La Peligrosa.

I biglietti per le singole serata hanno il costo di 10€, mentre il pass per i due giorni ha il costo di 15€. I biglietti sono prenotabili inviando una mail a tubecultfest@gmail.com. Il Tube Cult Fest è organizzato da Skeptic Events in collaborazione con l’associazione Mutiny! e con il prezioso sostegno dell’Assessorato alla Cultura di Pescara e del vicesindaco Giovanni Di Iacovo.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.