5 concerti da non perdere questa settimana in Abruzzo [19-25 febbraio]

Ritorna la consueta rubrica che consiglia ai nostri lettori i migliori concerti della settimana in terra abruzzese.

Giovedì 21 febbraio va in scena la terza parte del “Do It YourSelf Fest” al MamiWata di Pescara con altri due progetti inediti da tenere d’occhio. Ospiti l’alternative rock band teatina dei Joe Batta & I Jeko, che per l’occasione presenteranno il loro nuovo lavoro in studio “Noi odiamo Joe Batta & I Jeko”, insieme a La Gazza Ladra, altra giovane band molto interessante di matrice acoustic rock.

Venerdì 22 febbraio al Dejavu di Sant’Egidio alla Vibrata fa tappa il progetto synth pop di Walter Ferrari I Miei Migliori Complimenti (in foto), che ha fatto breccia nel panorama indie grazie al successo del suo primo EP “Le disavventure amorose di Walter e Carolina”. Il one man band milanese è da poco tornato a far parlare di sé con il nuovo lavoro “Le cose cambieranno”, spinto dal singolo “Inter-Cagliari”.

Venerdì 22 febbraio la cantautrice Cecilia sarà in concerto al Soulkitchen di Sulmona per presentare il suo nuovo disco “Cupid’s Catalogue”, formato da 10 canzoni d’amore popolate da piante, piratesse e paesaggi invernali. Sul palco arpa, percussioni e un pittoresco equipaggiamento collaterale e con la polistrumentista Cecilia Alan Brunetta che si destreggerà tra batteria, percussioni, synth e vari strumenti. 

Sabato 23 febbraio in programma a L’Officina di Teramo la quinta Indievisibile Night con ospite un amico dell’Indievisibile Festival come Galoni. Il cantautore della provincia romana ha da poco pubblicato il suo terzo disco “Incontinenti alla deriva”, dove riflette sulle anomalie del periodo storico che stiamo vivendo. Il disco si avvale della produzione artistica di un altro amico dell’ Indievisibile Festival, ovvero Emanuele Colandrea.

Domenica 24 febbraio solito appuntamento al Primo di Chieti con la grande musica d’autore. Ospite questa domenica il cantautore inglese Steve Folk, moderno ‘troubadour’ che vive, viaggia, dipinge e registra musica a bordo della sua “home boat”. Al suo ormai quinto tour italiano, accompagnato dalla sua chitarra e da una particolarissima cigar-box, Steve Folk incarna lo spirito del folk britannico nella sua essenza più pura. 

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.