Il progetto sperimentale Yosonu questa settimana fa tappa in Abruzzo per due date

Yosonu è il progetto solista di Giuseppe “drumz” Costa, già batterista di diverse formazioni di generi diametralmente opposti e docente di propedeutica musicale per bambini e adulti, compositore e anche architetto. Con Yosonu cambia drasticamente rotta sperimentando e sviluppando l’idea di comporre musica contemporanea senza la presenza di alcuno strumento musicale. Il corpo (inteso come body percussion), gli oggetti di uso quotidiano e la voce (in tutte le sue possibilità) sono i soli “strumenti” su cui si sviluppa l’idea Yosonu. L’approccio della musica del corpo e degli oggetti “a costo zero” è inoltre alla base dei laboratori di propedeutica musicale per bambini di cui si occupa Costa, sviluppati in parallelo al suo percorso di studi della linea pedagogica Orff Schulwerk presso la sede italiana a Roma. Il bilancio di questi primi 4 anni sono quasi 300 concerti, anche in Inghilterra, 2 dischi, 10 tour, in un live senza strumenti convenzionali. All’attivo anche diverse performance in duo con Paolo Tofani, chitarrista degli Area nel progetto Battiti Alti. Il suo secondo lavoro in studio “Happy Loser” ha ricevuto il patrocinio di Legambiente per l’attenzione al tema del riuso e riciclo di materiali.

Yosonu ha in programma per questa settimana due esibizioni speciali nella nostra regione. Giovedì 14 febbraio sarà allo Scumm di Pescara per la sonorizzazione dal vivo del film d’animazione Pixar “Wall•E”, mentre il giorno seguente venerdì 15 febbraio si esibirà nello spazio sociale autogestito CaseMatte de L’Aquila per una serata in cui Giuseppe Costa condividerà il palco con la band neo-psichedelica Il nome è puramente indicativo e il dj tekno Michael Kompz.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.