5 concerti da non perdere questa settimana in Abruzzo [15-21 gennaio]

Ritorna la consueta rubrica che consiglia ai nostri lettori i migliori concerti della settimana in terra abruzzese.

Mercoledì 16 gennaio appuntamento con il blues al Primo di Chieti per il concerto della cantautrice americana Akina McKenzie. Nata nel caldo bollente di Los Angeles ma attualmente di base in Svizzera, Akina McKenzie è un’artista di classe ma ruvida allo stesso tempo, che trasporta le sue canzoni malinconiche con un elegante orgoglio, come un piccolo segreto portato con un sorriso.

Venerdì 18 gennaio torna in Abruzzo uno dei nomi più influenti del panorama musicale indipendente italiano come Edda, già noto in passato per essere stato il frontman della storica rock band Ritmo Tribale. Dopo anni difficili e una lunga pausa dalla musica, da circa un decennio Stefano Rampoldi ha intrapreso una nuova e interessante carriera solista. Il suo live sarà preceduto da un’intervista tenuta da Stefano D’Elia (anche dj nell’afterparty) e prima ancora dall’esibizione del cantautore teramano Jena Lu.

Sabato 19 gennaio Noyz Narcos, uno dei nomi di punta del panorama hardcore/rap italiano, fa tappa al Pin Up Disco & Live di Mosciano Sant’Angelo per il tour invernale del suo ultimo esplosivo disco “Enemy”, uno degli album più venduti ed ascoltati del 2018. L’ex membro del Truceklan torna nella nostra regione dopo il concerto di questa estate a Pescara. Prima di lui sul palco sabato ci saranno il frizzante musicista abruzzese Nikkè Corvo.

Sabato 19 gennaio a L’Officina di Teramo arrivano invece i toscani Campos per presentare il loro nuovo disco “Umani, vento e piante”, uscito a novembre per la Woodworm Label. Il trio pisano nell’ultimo lavoro riesce ad unire un approccio cantautorale, introspettivo e scarno, ad un’elettronica minimale, sostenendo il tutto da una solida struttura art-pop. Dopo il concerto è in programma il dj set di Alessandro Clama.

Ancora sabato 19 gennaio in arrivo a Teramo il primo gruppo asiatico che il collettivo Fazenda ospita al Sound. Dall’esotica Thailandia arrivano infatti i Khana Bierbood คณะเบียร์บูด, un misto di psichedelia anni 60, garage rock e surf beat. Prodotti dalla celebre etichetta Guruguru Brain, la loro missione è unire est e ovest grazie ai loro incredibili thai funky beats uniti al tradizionale molam. 

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.