“Dlen Dlen Festival”: appuntamento il 2 e 3 giugno all’ex convento di Castilenti per la sesta edizione del festival di beneficenza

Ritorna per il sesto anno consecutivo il Dlen Dlen Festival, la rassegna musicale a scopo benefico organizzata dalle associazioni pro loco di Arsita, Bisenti, Castiglione e Castilenti in collaborazione con le amministrazioni comunali della vallata del Fino. La manifestazione avrà luogo nella magnifica cornice dell’ex convento di Castilenti (TE), dove durante i due giorni si terranno concerti, mostre di pittura, convegni, presentazioni di libri e molto altro ancora.

Dianime.png
Dianime

Si comincia venerdì 2 giugno con il pranzo benefico seguito da un convegno sulla salute. Alle ore 17 l’associazione musicale “G. Rossini” di Elice presenterà “Orchestra del Teatrino”, diretta dal maestro Antonio Di Vittorio. Alle 19 ci sarà l’esibizione dell’accademia di sport e danza “ASD DancEnergy” di Sambuceto, seguita dall’esibizione della crew “Why not? White Noise” di Castelnuovo Vomano. Dalle ore 21 sul palco principale si inizierà con la clinic per band e lo show degli Apogeo, prog-rock band locale. Si continuerà con le esibizione del duo acustico Nanco di Notaresco, dell’electro-rock band quasi interamente al femminile delle Dianime, e infine con i Sultani della Tundra, cover band degli Elio e Le Storie Tese. La conclusione della serata è affidata alle selezioni musicali di Dj Mattia. Sabato 3 giugno si riparte presto, dalle 10 con passeggiata e pranzo nella natura. Alle 17 sarà il momento della presentazione del libro “Il teatro di una favolosa opera” di Luca Salini, a cui seguirà l’esibizione del coro e dell’orchestra laboratorio dell’istituto comprensivo “Valle del Fino”. Alle 20:45 tutti incollati sul maxischermo per l’attesa finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid, e poi di nuovo spazio alla musica con gli spettacoli dei Terzacorsia, cover band dei Pink Floyd, e dei Mobili Trignani, realtà acoustic rock del luogo. Poi dj set in conclusione.

Mobili Trignani.jpg

 

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.