Il rapper italo-egiziano Amir a Pescara per presentare il suo libro “Vivo per questo”

Edito dalla Casa Editrice Chiarelettere nel giugno del 2017, in “Vivo per questo” Amir Issaa si racconta. Italiano di seconda generazione, con tutte le difficoltà che questa situazione presenta, Amir ha da tempo deciso di fare del rap lo strumento per dare voce a chi, come lui, condivide questa situazione. Giovedì 10 gennaio il rapper italo-egiziano sarà alla Sala Terrazzo dell’Aurum di Pescara per presentare il suo libro dialogando insieme a Filippo Ricagni, socio ordinario di Enjoy Progress Abruzzo e writer per Rapologia, e Matteo Da Fermo, anche lui writer per Rapologia e autore della tesi magistrale “Il rap come strumento di integrazione ed emancipazione delle seconde generazioni italiane”.

Nato e cresciuto a Roma nel quartiere di Torpignattara da padre egiziano e madre italiana, Amir si è avvicinato alla cultura hip hop negli anni novanta, prima come breaker e successivamente come writer. Dopo diverse autoproduzioni e collaborazioni anche con il collettivo Rome Zoo, nel 2005 Amir inizia a lavorare al suo primo album solista “Uomo di prestigio”, prodotto dall’etichetta indipendente canadese Prestigio Records e pubblicato successivamente dalla EMI/Virgin nel luglio 2006. Nel 2012 ha creato l’etichetta discografica indipendente Red Carpet Music e nello stesso anno compone insieme ai The Ceasars la colonna sonora del film “Scialla! (Stai sereno)”, entrando in nomination ai David di Donatello e al Nastro d’argento come miglior canzone da film dell’anno. Oltre all’attività musicale, Amir ha dato vita a svariati progetti extramusicali, tra cui la realizzazione di un laboratorio musicale che si è svolto nel Penitenziario minorile di Casal del Marmo, l’attività da testimonial nella settimana d’azione contro il razzismo con Unar, la collaborazione con Save the Children per un workshop che aveva come obiettivo quello di portare nelle scuole dei laboratori di musica rap, per aiutare i ragazzi a combattere le discriminazioni.

La presentazione del suo libro “Vivo per questo” è promossa dall’associazione di promozione sociale e culturale “Enjoy Progress Abruzzo”.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.