Dente, Colapesce e Cisco Bellotti protagonisti al Festival della Partecipazione de L’Aquila

Quattro giorni di conferenze, laboratori, dibattiti, concerti e spettacoli. Più di 300 ospiti, oltre 50 eventi daranno nuova vita a sale, teatri, piazze e università nel centro storico che dall’11 al 14 ottobre prossimi trasformeranno L’Aquila in un osservatorio dello stato di salute della partecipazione e della democrazia in Italia. È la terza edizione del “Festival della Partecipazione”, promosso da ActionAid Italia e Cittadinanzattiva in collaborazione con Slow Food Italia e il patrocinio del Comune de L’Aquila. Uno spazio inclusivo e aperto, nato nella città simbolo delle contraddizioni dell’Italia colpita dai terremoti, che vuole contribuire alla trasformazione del paese attraverso il ruolo attivo dei cittadini e la tutela dei loro diritti. A fare da traccia al Festival, il titolo scelto per il 2018: “Sogni, incubi, realtà. Democrazia e Partecipazione nell’era dell’incertezza”. Incertezza e paura che attraversano il nostro paese senza distinzioni e riguardano la vita presente e il futuro e che investono il lavoro, l’economia, l’ambiente, la qualità della vita, le regole alla base della cittadinanza e la possibilità dell’incontro con il diverso, le condizioni di eguaglianza, lo sviluppo culturale, soprattutto dei giovani. Sarà la comunità aquilana e abruzzese e i tanti cittadini attivi da ogni parte d’Italia e d’Europa a trovare risposte innovative divenendo protagonisti di tavole rotonde, incontri con i produttori del mercato contadino, maratone progettuali, lectio magistralis, proiezioni di documentari e percorsi partecipati. Il Festival è il luogo di incontro dove affrontare e discutere delle sfide come quella della produzione di “politiche pubbliche dei cittadini”, dei rischi come quello della “amministrativizzazione” della partecipazione civica, e delle opportunità come la ridefinizione del rapporto tra cittadini comuni e classi dirigenti.

Per quanto riguarda il lato musicale saranno presenti ben tre cantautori italiani di alta scuola ad esibirsi nel capoluogo abruzzese. Venerdì 12 ottobre alle 21:30 all’Auditorium del Parco si esibirà Dente, al secolo Giuseppe Peveri. Il cantautore fidentino ha cominciato la sua carriera come chitarrista, fino a quando nel 2006 ha deciso di intraprendere una carriera da solista esordendo con il disco “Anice in bocca”. A questo primo lavoro seguono “Non c’è due senza te”, “L’amore non è bello”, vincitore del Premio Italiano della Musica Indipendente per il miglior album, “Io tra di noi” nel 2011, “Almanacco del giorno prima” e il recente “Canzoni per metà”. Tra i più importanti artisti della sua generazione, lo stile cantautorale di Dente ha da subito riscosso molto successo per i suoi testi introspettivi, autobiografici e pieni di giochi di parole. Ingresso libero ma si consiglia la prenotazione. Sabato 13 ottobre alle 21 all’Auditorium del Parco sarà presente Colapesce insieme al fumettista e illustratore Alessandro Baronciani. Dopo il grande successo della graphic novel “La distanza”, road trip sentimentale attraverso alcuni dei luoghi più belli e caratteristici della Sicilia, Colapesce e Baronciani tornano insieme con un nuovo concerto disegnato dove il cantautore siciliano suonerà alcuni tra i suoi più apprezzati brani proposti in versione acustica che saranno accompagnate dai disegni e dalle illustrazioni realizzate in tempo reale dal fumettista pesarese. L’evento è su prenotazione. Domenica 14 ottobre il Festival si chiude sempre all’Auditorium del Parco con il concerto all’insolito orario delle 14:30 di Cisco Bellotti e i suoi Dinosauri, Alberto Cottica e Giovanni Rubbiani, fondatori e membri della formazione originale dei Modena City Ramblers. In questo spettacolo acustico i tre musicisti emiliani ripercorranno la loro storia dagli inizi degli anni novanta con i Modena City Ramblers fino all’ultimo lavoro fatto insieme, “I Dinosauri”. Insieme a loro sul palco il compagno di viaggio Massimo Giuntini alle prese con bouzouki e uilleann pipe. Anche qui è richiesta la prenotazione.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.