“AltraFrequenza Live” torna ad animare il campus universitario di Chieti

Come ogni anno torna il festival più atteso nel campus di Chieti dell’università G. D’Annunzio, organizzato dall’associazione studentesca 360 gradi con la collaborazione della Barreria Bros. “AltraFrequenza Live” per due giorni intratterrà il mondo studentesco teatino per due intere giornate dove sono previsti concerti, tornei sportivi ed esibizioni artistiche.

Si comincia venerdì 1 giugno con il doppio live dei promettenti Siberia e del duo pugliese La Municipàl. I Siberia hanno da poco pubblicato il secondo album “Si vuole scappare”, un disco dark pop che rappresenta il connubio più onesto tra l’esasperazione new wave e la dolcezza del cantautorato italiano. La band livornese (in foto) formata dal cantante e chitarrista Eugenio Sournia, dal bassista Cristiano Sbolci Tortoli, dal chitarrista Matteo D’Angelo e dal batterista Luca Pascual Meme racconta di un mondo intriso di spleen post-adolescenziale, di psicofarmaci, ebbrezza, relazioni, e playlist di Spotify. Ma di fronte al nulla e alla precarietà, proprio nel momento in cui si stanno mettendo stabili radici, ci si fa prendere dalla voglia di scappare, di sfuggire e di sfuggirsi. Lottare contro il tempo e la fragilità, digrignano i denti in maniera delicata ma autorevole, è questo il compito dei Siberia. I riferimenti sonori, dichiarati dalla band stessa, sono Interpol ed Editors da una parte, Baustelle e Luigi Tenco dall’altra. Il duo La Municipàl, nato nel 2013 come progetto di pop d’autore che raccoglie le canzoni più ironiche e romantiche scritte negli ultimi anni dai componenti, ha da poco pubblicato un EP intitolato “B Side”. La Municipàl è composta da Carmine Tundo e sua sorella Isabella, ed hanno già aperto i concerti di Subsonica, Niccolò Fabi, Roberto Angelini e Le Luci della Centrale Elettrica, e sono arrivati in finale al Premio Fred Buscaglione 2016, aggiudicandosi il Premio MEI. Nel maggio del 2016 è uscito il loro primo LP “Le nostre guerre perdute” a cui è seguito un fortunato tour e numerosi riconoscimenti a livello nazionale. Sabato 2 giugno invece ci si scatena sul dancefloor con la presenza di Deejay SlaiT, talentuoso disc jockey e turntablist della Machete Production, e con il Kawabonga Party, il party estivo che ha già conquistato le discoteche italiane con selezioni musicali che spaziano dalla musica dancehall a quella elettronica. Una vera e propria festa a 360 gradi dove il pubblico è parte integrante della party, portando amici, maschere, occhiali e tutto quello che serve per fare festa fino al mattino.

Ci saranno anche quest’anno numerosi eventi pomeridiani come il torneo di pallavolo, percorsi di softair, poetry slam, breakdance, live painting e live music off stage. Maggiori informazioni sono disponibili sull’evento ufficiale della manifestazione.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *