Paesaggi Sonori con Nessi Gomes all’Abbazia San Clemente a Casauria

Nessi Gomes è una cantautrice anglo-portoghese, musicista e compositrice di rara inventiva e sensibilità che raccoglie influenze da entrambi i lati della sua etnia, fondendo l’essenza della musica fado-folk tradizionale più emotiva con l’ispirazione moderna progressista britannica. Vincitrice nel 2016 del “Best of British Unsigned Female Artist” come migliore artista donna indipendente in Inghilterra, sarà l’artista che domenica 27 maggio si esibirà nella suggestiva cornice dell’Abbazia San Clemente a Casauria per il festival Paesaggi Sonori organizzato dall’omonima associazione insieme ad ACS Abruzzo Circuito Spettacolo ed in collaborazione con il Polo Museale dell’Abruzzo e DADAbruzzo. La musica della Gomes rivela una ricerca autentica e sincera di luce, profondità, speranza e verità; una ricerca artistica per amore e fiducia che rimanda indirettamente a Björk e Kate Bush, con inflessioni portoghesi e intese ricerche del suono. Paesaggi Sonori ci ha abituato a concerti dalle atmosfere magiche, intime e suggestive, offrendo la possibilità di partecipare ad esperienze del tutto insolite per il contesto regionale. Come d’abitudine, il concerto è preceduto da un approfondimento storico culturale curato dalle operatrici culturali di DADAbruzzo per consentire allo spettatore di conoscere la storia del luogo in cui si trova, e per una completa immersione vengono utilizzati dei tappetini sottili poggiati a terra come sedute per il pubblico.

L’Abbazia di San Clemente a Casauria è uno dei monumenti più importanti del patrimonio artistico ed architettonico medievale tutelato dal Polo Museale dell’Abruzzo. Sarà questa l’occasione ideale per sentirsi attivi, partecipi e consapevoli dell’importanza di rafforzare il messaggio e la percezione del patrimonio. Un evento pensato come un inno alla diversità e al potere fecondo delle contaminazioni: un’abbazia edificata nell’800 d.C. per volere di sovrani carolingi che è giunta fino a noi dopo aver attraversato tutta la storia d’Italia che ospita Nessi Gomes, portatrice di un’identità culturale più ampia, quella europea, attraverso il linguaggio della sua musica.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *