Quasi Adatti festeggia i 10 anni di attività a Bisenti con gli Africa Unite System Of A Sound

Ancora una volta a Bisenti una giornata di musica, divertimento, aggregazione e amicizia promossa dall’associazione culturale “Quasi Adatti”, un progetto a lungo termine che da 10 anni esatti colma il vuoto culturale, aggregativo e sociale in cui era sprofondato questo piccolo centro dell’entroterra teramano. Dieci anni di amicizie e traguardi importanti, di belle giornate, belle serate e ballate fino al mattino, portando avanti progetti culturali e musicali per un paese che vuole vivere, non sopravvivere, tramandando tradizioni e anche tenendo viva la memoria di chi ci ha lasciato troppo presto. Un’associazione di amici coraggiosi che negli anni ha fatto di Bisenti un palcoscenico importante per grandi gruppi come Sick Tamburo, Eugenio Bennato, Il Pan del Diavolo, Mama Marjas, Meganoidi e tanti altri ancora. Per festeggiare questa prima decade Quasi Adatti ha organizzato l’annuale festa di tesseramento nella propria sede con il concerto degli Africa Unite System of a Sound, il progetto parallelo di Bunna e Madaski, componenti dell’omonimo gruppo storico del reggae italiano, che nei momenti in cui l’intera band non è in tour si cimentano in questa dimensione ristretta, che vede Madaski alle sonorità dub e Bunna al microfono per riproporre i successi della loro carriera più che trentennale. Il Quasi Point si trasformerà in una vera e propria dancehall rocksteady/dub dove sarà impossibile stare fermi e non immergersi nella mischia danzante che si formerà fronte palco. Durante la giornata presso il giardino comunale si terrà invece un’assemblea pubblica seguita poi da dj set e jam session in attesa del grande spettacolo serale. L’apertura del live set è affidata a Pueblo mentre dopo l’esibizione si ballerà con le selezioni musicali degli immancabili RastaUno Sound.

L’evento si svolgerà martedì 24 aprile presso il Quasi Club di Bisenti (TE), il costo della tessera associativa è di 10 euro.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *