RECENSIONE – “Stamina” degli HeavenBlast

Per il ritorno sulle scene gli HeavenBlast si sono fatti attendere ben 10 anni ma adesso dopo lunghe vicissitudini la band teatina torna a regalare materiale inedito ai propri fan grazie anche al supporto dell’etichetta locale Music Force. “Stamina” è il titolo del disco che segna il nuovo capitolo del gruppo, con una formazione completamente rimaneggiata guidata dal chitarrista Donatello Menna insieme alla cantante Chiara Falasca, al tastierista Matteo Pellegrini e al batterista Alex Salvatore. Gli HeavenBlast si insinuano nella nostra mente con l’intro strumentale “Mind introuders” per poi invitarci a proseguire il viaggio insieme a loro con “Purity“, canonico power metal che fa il paio con “Alice in PsychoWonderland“. I successivi due brani “We are State” e “Don’t clean up this blood” proseguono sulla stessa scia sonora ma in questo caso la band azzarda in testi  impegnati (rigorosamente in inglese). Vengono difatti omaggiate le figure di giudici eroi e leali difensori dello Stato come Falcone e Borsellino e di contro si denunciano gli episodi di violenza di uno Stato richiamando anche l’omonimo film di Daniele Vicari. I rintocchi di campana annunciano “Sinite parvulos venire ad me“, power metal oscillante tra l’iniziale funky e il growl di Emanuele Bizzarro con un testo in latino che tratta di depravazione religiosa. L’heavy prog di “S.T.A.M.I.N.A.” e “Canticle of the Hermit” infine conclude l’album.

“Stamina” è un lavoro che ha visto la luce dopo ben 4 anni di lavorazione con il supporto di numerosi cantanti e musicisti ospiti come Diego Regina, Kevin Rotella, Simone Chiola, Marinella Iezzi, Emanuele Bizzarro e molti altri ancora. Un ritorno in grande stile, con il power metal scuola Nightwish a far ancora da padrone ma con una certa maturità acquisita negli anni e con una lunga preparazione che si rispecchia nei testi e nei curati arrangiamenti e dettagli di tutte le nove canzoni. Il progetto HeavenBlast ha ancora tanto da dire.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.