I Lowlands festeggiano i 10 anni di “The Last Call” allo Spazio Rimediato de L’Aquila

I Lowlands si formano a Pavia dalla mente del cantante e compositore britannico Edward Abbiati. Nell’aprile del 2008 senza etichetta e senza distribuzione esce il loro album d’esordio “The Last Call” che finisce in Australia e diventa disco della settimana sulla radio pubblica PBS. Stessa cosa in Belgio su varie piccole FM o in America dove entra nei 10 cd più venduti sul portale “Miles of Music”, sito di riferimento per tutto quello che riguarda la musica roots, alt-country. In Inghilterra riceve 5 stelle dalla rivista Maverick e 9/10 da Americana UK. In Italia arriva dopo, solo di rimando quando iniziano a venderlo alcuni negozi come Il Caffè Polar de L’Aquila (oggi Polarville), poi ne parla il Corriere della Sera e così cercano di meritarsi tutto questo rumore sui palchi che vengono concessi loro. Da allora hanno pubblicato 4 album e altrettanti EP che li hanno portato in giro da Galway a Stoccolma, da Londra a Roma suonando in pub, club, teatri, in strada, piazze e perfino nelle chiese e nei castelli. Considerati dal magazine inglese R2 come uno dei migliori gruppi roots rock in Europa, i Lowlands sono sono stati definiti un “implacabile mix di musica roots, punk, folk e rock’n’roll” dalla rivista tedesca Rock Times. Il loro sound è stato spesso paragonato a quello di gruppi come Wilco, Whiskeytown, Soul Asylum e Green On Red. Tra fine marzo ed inizio aprile di questo anno i Lowlands festeggeranno il decimo compleanno di “The Last Call”, il loro esordio che hanno portato in giro in tutti questi anni, con una serie di concerti che toccherà anche il capoluogo abruzzese.

L’evento si svolgerà sabato 24 marzo allo Spazio Rimediato de L’Aquila, i biglietti hanno il costo di 15 euro escluso il costo della tessera.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *