RECENSIONE – “Alcol, schifo e nostalgia” dei Voina 

Oggi, mentre ascoltavo “Alcol, Schifo e Nostalgia” – il nuovo album dei Voina – per scriverne una recensione, m’è salita la scimmia e mi sono (ri)trovato a (ri)ascoltare anche il loro primo lavoro “Noi non siamo infinito”.

Le affinità (tematiche e musicali) tra i due dischi sono evidenti, ma questa continuità non pesa e non annoia; quando schiacci play, semplicemente ti viene voglia di alzarti dalla sedia con sguardo imperturbabile alla Alex DeLarge e sfasciare il salotto di casa a colpi di mazza da baseball. 

Il passaggio della band lancianese alla prestigiosa INRI Records si apre di fatto senza rivoluzioni sostanziali ma comunque nel segno della qualità: in testa alle dieci tracce che compongono “Alcol, Schifo e Nostalgia” c’è il pezzo più punk di tutto il disco, che si intitola Welfare e che fin da subito permette di capire che aria tira.

Segue il primo singolo, Io non ho quel non so che, pezzo forse meno graffiante di altri sul piano lirico ma che, accidenti, ho canticchiato tra me e me per tutto il giorno, e che quindi adempie perfettamente ai suoi doveri di singolo.

Di lì a scendere il disco è un trionfo di provocazioni e rabbia, batteria decisa, chitarra e basso suadenti e grintosi al punto giusto; tornano alla mente i paragoni già sentiti tra i Voina e i Ministri (o i Linea 77 di qualche tempo fa) ma il disco è pieno di personalità quindi chissenefrega dei paragoni.

Per gusto personale e per i motivi più disparati ho molto apprezzato alcuni pezzi – Gli anni 80, Il Jazz e La provincia – forse semplicemente perchè sono canzoni che dicono la verità a proposito di tante cose, canzoni che dipingono alla perfezione un momento storico e una generazione di cui faccio parte.

Al di là di questi consigli, “Alcol, schifo e nostalgia” va giù che è un piacere, traccia dopo traccia, quindi schiacciate play ma attenti a non farvi prendere la mano dal vandalismo domestico.

(Marco D’Annunzio)

Autore dell'articolo: Federico Acconciamessa

0 commenti su “RECENSIONE – “Alcol, schifo e nostalgia” dei Voina 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.